Scheda libro

News

il punto
Pietro Rigolo

La Mamma

Una mostra di Harald Szeemann mai realizzata

  • ISBN: 9788860103093
  • Anno: 2021
  • Pagine: 64
  • Formato: 12 x 18 cm
  • Illustrazioni: 10 b/n
  • Prezzo: 8,00 €

Dopo essere stato il più giovane direttore alla Kunsthalle di Berna e segretario generale di documenta 5 (Kassel, 1972), la decisione di non essere più legato a un’istituzione porta Harald Szeemann a ideare mostre personali che reinventano il formato e il contenuto stesso del medium in modo estremo, concentrandosi non più solo sulla produzione artistica contemporanea, ma anche su contenuti privati e storici da raccontare attraverso la messinscena.

Questo breve saggio, basato su documenti d’archivio, interviste e appunti inediti conservati presso l’archivio Szeemann di Locarno, analizza una serie di mostre concepite dal curatore svizzero negli anni settanta e mai realizzate, in particolare l’esposizione intitolata “La Mamma”.

Parte di una trilogia (“Le macchine celibi”, “La Mamma” e “Il Sole”), il progetto attingeva a vari ambiti disciplinari, dalla storia delle religioni alle arti visive, dalla teosofia al femminismo, dalla letteratura alla psicoanalisi e all’antropologia, con l’intento di allestire una mostra senza arte, dedicata allo studio della donna, all’evoluzione della figura materna e in generale all’idea di una divinità femminile.

  • Note sull'autore
  • Sommario
  • Approfondimenti

Pietro Rigolo è curatore presso il Getty Research Institute di Los Angeles. Ha studiato all’Università IUAV di Venezia e conseguito il dottorato di ricerca presso l’Università degli Studi di Siena – Istituto Italiano di Scienze Umane. Nel 2013 ha pubblicato Immergersi nel luogo prescelto. Harald Szeemann a Locarno, 1978-2000 e nel 2018 ha cocurato l’antologia Harald Szeemann. Selected Writings. È stato anche tra i curatori della mostra “Harald Szeemann: Museum of Obsessions” ospitata in sedi quali il Getty Research Institute e il Castello Di Rivoli (2018-2019).

Introduzione 
“Le macchine celibi” (1975) 
“La Mamma” 
“Monte Verità” (1978) e “Der Hang zum Gesamtkunstwerk” (1983) 
Amicizia, amore, sessualità: un progetto per Hannover 2000 
Conclusioni 
Fonti 

Leggi anche

News